Di chi copia e chi no

di mykoize

Ieri sera sono incappata in una conversazione tra le mie coinquiline mentre cercavano di architettare un modo per mandare qualcun’altro all’esame o perlomeno scopiazzare alla grande.
Nel mio inutile quanto fuorimoda tentativo di far loro notare che è molto meglio ridare un esame, piuttosto che farsi a beccare a copiare (dai ragazze, il liceo è finito.), hanno obiettato che “tanto poi si fa cosí no? È cosí che va il mondo, prima si impara e meglio è.”
Se c’è una frase che odio è questa, ” è cosí che va il mondo”.
Sticazzi.
È la scusa piú vigliacca che ci sia e l’Italia ne è affetta piú di altri paesi.
Non è una cazzata, è un modo di pensare: cosí va il mondo, cosí mi adeguo e così mi scarico la coscienza.
Poi c’è, la crisi, i parlamentari rubano, non ho la pensione e la sanità costa una tombola.
Cambiamolo sto mondo, cambiamo il modo di pensare.